U.S. PONTESASSO - DORICA TORRETTE 2 - 1 (1 - 1) PDF Stampa E-mail
Scritto da La Segreteria   
domenica 02 dicembre 2018
catozzi.jpg




Sabato 01 Dicembre 2018 ore 14:30 –  “Granillo” Comunale di Ponte Sasso (PU)

11a giornata di andata - campionato regionale 2a categoria – girone C -



          Roberto  CATOZZI



U.S. PONTESASSO A.S.D.

Urbinati, Mencarelli Alessio, Baldini, Girolametti, Cinotti, Pucci, Catozzi (87’ Gianoboli), Paolasini, Bomabagioni (57’ Barbetti), Sinacori (75’ Beretta), Bacchiocchi.

A disp.: Mancini, Gasperi, Martarelli, Mencarelli Alessandro.

All.: M. Bevilacqua – R. Santinelli.

 

U.S. DORICA TORRETTE

Ferrucci, Muraioli (62’ Menichini), Casaccia, Marmorano, Giampieri, Biccheri, Alessandrini (69’ Romano), Puliti, Vignoni, Mascambruni, Puorro.

A disp.: Fiorillo.

All.: M. Giusepponi.

Arbitro: Juri Talacchia di Jesi.

Reti: 33’ Catozzi, 42’ Mascambruni, 55’ Bombagioni.

 

Ponte Sasso – Ritorna la vittoria, e ritornano i tre punti, dopo essere mancata e mancati nelle ultime tre partite, Senigallia Calcio, San Costanzo ed Ankon Dorica.

L’ambulatorio di Via Lago di Costanza si sta svuotando e la rosa potrebbe a breve ritornare completa, martedì ricominceranno ad allenarsi anche Olivieri e bomber CiroMattia Martarelli.

In questo importante scontro diretto determinante era guadagnare i tre punti per non perdere definitivamente il contatto con il resto del gruppo e la squadra anconetana si presenta con in distinta quattordici uomini segno di un periodo poco felice.

Rispetto all’ultima gara esterna contro l’Ankon Dorica i biancoazzurri scendono in campo con tre variazioni: Alessio Mencarelli si posiziona come esterno basso a destra al posto di Barbetti, rientra Pucci al centro della difesa con Bombagioni che viene impiegato come esterno alto, sempre a destra e rientra anche Sinacori che sostituisce Martarelli a riposo per una lieve e sempre fastidiosa contrattura.

I primi approcci fanno capire che anche oggi saremo al cospetto di una partita maschia con avversari decisi a misurarsi su ogni palla e dopo i primi dieci minuti di equilibrio senza occasioni la squadra di casa comincia ad avanzare il baricentro e posizionarsi quasi stabilmente nella tre quarti avversaria senza però riuscire a creare azioni pericolose.

La prima arriva al minuto 22 quando Sinacori, sugli sviluppi di un angolo e respinta corta della difesa ospite, riesce a colpire di testa indirizzando la sfera sulla traversa avversaria.

Qualche minuto dopo ancora Sinacori potrebbe creare pericolo al Dorica Torrette se, dopo essere stato lanciato in profondità da Bombagioni, non si fosse tardato in ripetuti dribbling ed avesse rimesso la sfera in mezzo per completare un’efficace ripartenza.

Ma al 33° arriva il vantaggio di Catozzi che riceve un delizioso assist palombella sul secondo palo, sempre di Sinacori, sugli sviluppi di un fallo laterale, Bob, non ostacolato, senza titubanze, destro al volo, non forte ma preciso e Ferrucci battuto.

I biancoazzurri continuano a fare la partita cercando la profondità anche con i lunghi lanci di Urbinati ma gli avversari non si fanno sorprendere ed addirittura al 42° agguantano il pareggio.

Sfera nella tre quarti locali dove la linea difensiva è in ampia superiorità numerica rispetto a Mascambruni, unico avversario in zona, Alessio Mencarelli alleggerisce malamente di testa verso capitan Cinotti, ne approfitta l’attaccante avversario che si allarga verso il secondo palo e con un preciso destro rasoterra trafigge Urbinati sul palo opposto.

Seconda frazione molto nervosa, i locali vogliono riportarsi in vantaggio e non farsi sfuggire l’occasione di riassaporare la vittoria e gli ospiti vogliono ad ogni costo portarsi a casa almeno un punto per muovere la classifica.

Arriviamo comunque al minuto 55 della gara e signore e signori, bambini, giovani, maturi ed anziani tutti sul divano ed applaudite fragorosamente perché, quasi interamente, rivà in scena la rete del parziale vantaggio contro l’Ankon Dorica della scorsa settimana:

Angolo che come solito Bob Catozzi và a calciare, traiettoria tesa e potente destinazione spazio aereo tra l’area piccola avversaria e dischetto del rigore, SkriniarThomas Bombagioni, a differenza della scorsa partita, non aspetta la sfera ma va all’”incontro galante” che avviene direzione primo palo anticipando tutto il mondo, elevazione suntuosa e regale con carezza incorporata e destinazione secondo palo. Tri…pu…dio.

Nei tanti minuti restanti abbiamo assistito al non lucido tentativo dei biacoazzurri di chiudere la partita ed al nevrotico tentativo degli avversari di recuperare con ogni mezzo facilitati anche dal non deciso comportamento del pur esperto direttore di gara.

La prossima? Contro il Victoria Brugnetto del mai dimenticato Mister Piero Casucci e del cordiale Presidente Fabrizio Cicetti, vinca il migliore, cioè………………?              

 La Segreteria

 
< Prec.   Pros. >