U.S. PONTESASSO - OLIMPIA OSTRA VETERE 3 - 2 (2 - 0) PDF Stampa E-mail
Scritto da La Segreteria   
venerdì 26 aprile 2019
dif_060594_barbetti_luigi.jpg



Giovedì 25 Aprile 2019 ore 16:30 –  Comunale “Granillo” di Ponte Sasso (PU)

30a giornata (15a di ritorno) - campionato regionale 2a categoria – girone C -





                 Luigi   BARBETTI


U.S. PONTESASSO A.S.D.

Mancini, Barbetti, Baldini, Paolasini, Bacchiocchi, Cinotti, Beretta (70’ Pettinari),  Mencarelli Al., Sinacori (87’ Urbinati), Catozzi, Martarelli.

A disp.: Gasperi, Pucci, Mencarelli An.

All.: M. Bevilacqua – R. Santinelli

 

U.S.D. SS OLIMPIA OSTRA VETERE

Francoletti, Bassotti M., Zoppi D.(29’ Tranquilli), Zoppi E., Belogi, Cantarini, Rossi (58’ Magagnini), Sartini (40’ Api D.), Nacciariti, Perlini, Beta (85’ bassotti F.).

A disp.: Girolimetti, Zollo, Guiducci.

All.: L. Togni.

Arbitro: Nocelli sezione di Ancona.

Reti: 10’ Sinacori, 19’ Catozzi, 62’ Cinotti (aut.), 78’ Martarelli, 91’ Nacciariti. 

Espulsi: 85’ Francoletti.

 

Ponte Sasso – Anche oggi un organico dinamico a disposizione di soli 13 uomini compresi Pettinari ed Urbinati, come dice lui, per deliziare la platea con il suo magico sinistro negli ultimi minuti.

Ed anche oggi, come nelle ultime gare con questa situazione deficitaria, i ragazzi in biancoazzurro hanno sfoderato una bella prestazione con l’arrivo, in questa occasione, anche dei tre punti e l’imbattibilità casalinga nell’intero 2019, l’ultima sconfitta al “Granillo” è datata 15/12/2018, 1 – 2 contro il Belvedere.

Gli ospiti guidati dal mai dimenticato Mister Lorenzo Togni aveva pochissime possibilità di rientrare nel discorso play – off ed il primo tempo per gli ospiti è stato veramente difficile.

Cinotti e compagni sono partiti subito forte mettendo in grossa difficoltà gli ospiti che in venti minuti si sono trovati già con il doppio svantaggio sul groppone, reti di Sinacori (undicesima stagionale) e Catozzi (settima stagionale), e nei primi quarantacinque minuti subito due legni e tanto per non farsi mancare nulla anche un paio di infortuni.

Nella seconda frazione, poco dopo il quarto d’ora, è arrivata la rete dell’Olimpia O.V. che ha rivitalizzato la gara permettendo però ai locali nuove importanti possibilità nelle ripartenze, in una di queste arriva la 8a segnatura stagionale di Martarelli a conclusione di un’ottima azione corale.

Perché simpaticamente il nostro terreno di gioco viene chiamato “Granillo”?

L’ex stadio di Reggio Calabria edificato nel 1932 ed inizialmente intitolato a “Michele Bianchi” viene ristrutturato ed il 18/09/1999 viene di nuovo inaugurato ed intitolato ad “Oreste Granillo”.

Secondo qualcuno quando la radio, tramite il calcio minuto per minuto, si collegava con il “Granillo” di Reggio Calabria aveva la sensazione automatica che vincere in quel lontano impianto fosse difficile associando granillo con granitico, quindi terreno inespugnabile, quello che dovrebbe diventare il nostro terreno di Via Lago di Costanza, 7.

Avendo disputato la trentesima e quindi ultima giornata di campionato non resta che ringraziare tutti i giocatori che hanno partecipato e portato a termine una stagione molto impegnativa ed augurare a tutti buone vacanze calcistiche e non.

 

Breve descrizione delle reti biancoazzurre:   

10’ – Martarelli riceve ed agisce sul versante alto sinistro ospite, si accentra ed apparecchia per Sinacori in posizione centrale direzione primo palo, stop di destro, uno sguardo al portiere e magistrale esterno mancino rasoterra a girare sul secondo palo alla sinistra del giovane Francoletti.    

19’ – Sinacori pressa un avversario al limite dell’area ospite che in difficoltà fornisce involontariamente la sfera a Catozzi che duplica una rete di fine stagione scorsa, dal limite, direzione quasi primo palo, piatto destro rasoterra chirurgico a girare sul secondo palo e settimo sigillo stagionale.

78’ – Stupenda azione corale, Catozzi riceve e da poco oltre la metà campo di prima intenzione e di esterno destro gran lancio di quaranta metri per Sinacori che attende la sovrapposizione di Martarelli che, dopo aver ricevuto, attende l’uscita di Bassotti e lo trafigge con un delizioso scavetto.

 

La Segreteria      

 

 
Pros. >