U.S. PONTESASSO - POL. TORRE S. MARCO 1 - 0 (1 - 0) PDF Stampa E-mail
Scritto da R. Santinelli   
domenica 24 novembre 2019
osvaldo.jpg

Ponte Sasso – Appena appare questa foto vi domanderete subito: e questo chi è? Dopo aver capito arriva un’altra domanda: cosa centra con la nostra partita? Sicuramente dopo un primo momento di confusione avrete riconosciuto il nostro storico consigliere Osvaldo Canestrari che da oggi, dopo la gara contro il Torre San Marco chiameremo e dovrete chiamare “OsvaldoIndovino”. Proprio in quella posizione, seduto sulla panca, me lo sono trovato oggi mentre stavo svolgendo alcune operazioni preparatorie alla partita, erano circa le 13:05 e dopo avergli chiesto se era tutto a posto Osvaldo alza lo sguardo, mi guarda, mi fa segno di avvicinarmi a lui e mi dice con la sua particolare voce: “oggi vinciamo”, cerco di fargli capire che l’avversario odierno è ostico, negli ultimi anni non siamo riusciti mai a batterlo, abbiamo in questo momento diversi giocatori infortunati. Lui, quasi indispettito, con le mani mi fa segno che devo smettere “di piangere” perché ribadisce con fermezza: “oggi vinciamo”. Dalle ore 16:23 del 23/11/2019 Osvaldo non si chiamerà più Osvaldo Canestrari ma “OsvaldoIndovino”.

mencarelli.jpg

Ora veniamo alla partita.





 Alessio MENCARELLI


. Mister Vitali rispetto alla sconfitta esterna contro l’Usav Pisaurum ha la possibilità di utilizzare Baldini fin dal 1° minuto e punta fin dall’inizio anche su Bambagioni. Il primo quarto d’ora non produce azioni pericolose, le due squadre si equivalgono anche se i padroni di casa gestiscono meglio la palla ed hanno il baricentro alto.

Quasi tutto succede dal minuto 16 al 17, arrivo della prima azione pericolosa della partita, del Torre San Marco che viene neutralizzata da una imperiosa parata di Urbinati su colpo di testa di Chiarucci, ottima ed immediata ripartenza dei biancoazzurri che portano al tiro Beretta, tiro respinto da Savelli e sfera che viene recuperata dai locali verso i 25 metri in posizione centrale, viene servito Mencarelli che sposta la palla sulla destra e sgancia il destro, questa volta, a differenza di altre, il tiro si abbassa un poco in prossimità della porta, colpisce la parte bassa della traversa e si insacca. Goduria.

Sull’onda dell’entusiasmo al 20’ spettacolare azione collegiale che porta al tiro nuovamente Beretta dopo aver coinvolto sulla corsia destra Barbetti, Mencarelli e Martarelli che ha procurato il cross.

Felicità collettiva che purtroppo dura poco perché al 25’, a seguito di un leggero impatto con un avversario il ginocchio destro di Mencarelli cede ed il giocatore viene accompagnato in ambulanza al pronto soccorso di Fano, lunedì sapremo, in bocca al lupo “PendolinoMenca”.

Proprio al termine della prima frazione di gioco il Torre San Marco ritorna ad essere pericoloso ancora con Chiarucci che si presenta davanti ad “Urbi” ma il duo Barbetti-Bombagioni evita una rete quasi certa.

Bene questa è stata l’ultima azione pericolosa della partita insieme alla rete annullata a Martarelli al 59’ sugli sviluppi di un’azione suntuosa del “GiovaneMagoGiano” Andrea che gli ha scodellato la sfera sulla testa ma la posizione di “CiroImmobile” Martarelli era oltre tutti ed il colpo di testa ha mosso la rete invano. 

Vi domanderete allora cosa sia successo nella seconda parte della partita.

Direi che per la prima volta, con felicità di Mister Vitali, il Pontesasso ha gestito il vantaggio, si, proprio vero, ha controllato la partita senza correre alcun rischio, si è notata una certa applicazione nel fare questo esercizio, tutti i protagonisti in biancoazzurro si sono impegnati con la massima attenzione dimostrando di voler acquisire e di far suo anche questo atteggiamento tattico che fino ad ora era sempre mancato. Complimenti a tutti.

Anche la prossima avversaria è una squadra ostica per i nostri colori, indigesta, negli ultimi anni, contro l’Isola di Fano zero vittorie, ma, se tanto mi da tanto…………!!! E non toccatevi per favore.

 

Roberto Santinelli

 


 
< Prec.   Pros. >