C.S.I. DELFINO FANO - U.S. PONTESASSO 1 - 2 (0 -0) PDF Stampa E-mail
Scritto da R. Santinelli   
domenica 12 gennaio 2020
girolametti.jpg


Sabato 11 Gennaio 2020 ore 14:30 – Campo sportivo “Vallato” di Fano

– 17a giornata (2a di ritorno) - campionato regionale 2a categoria – girone B -



   Simone  GIROLAMETTI


C.S.I. DELFINO FANO

Rosatelli, Ceccacci, Menchetti, Boiani, Cutini, Cursini, Furlani J., Montesi, Sterrantino (86’ Roberti), Magnoni (71’ Amira), Vitali (87’ Aboulkhir).

A disp.: Spadoni, Panicali, Guardabassi, Furlani N.

All.: M. Giacomoni.

 

U.S. PONTESASSO A.S.D.

Urbinati, Nicolini A. (58’ Beretta), Baldini, Urani (64’ Gianoboli A.), Girolametti, Pompei, Bacchiocchi, Paolasini (64’ Nicolini N.), Gianoboli S., Martarelli (91’ Bombagioni), Cremonini (76’ Gimignani).

A disp.: Rivelli.

All.: A. Vitali.

Arbitro: Davide Bassotti Sezione di Ancona.

Reti: 49’ Sterrantino, 51’ Martarelli (rig.), 90’ Martarelli.

 

Fano – Cominciamo subito con il bicchiere mezzo pieno:

1)    Ritorno alla vittoria dopo cinque gare, ultima vittoria casalinga (1 – 0) del 23/11/2019 contro il Torre San Marco;

2)    Ritorno alla vittoria esterna dopo nove gare, ultima del 26/10/2019 contro l’Offside (2 – 5);

3)    Ritorno alla segnatura, dopo quattro giornate, di “CiroMattia” Martarelli;

4)    Seconda doppietta stagionale di “CiroMattia” Martarelli dopo la precedente siglata contro l’Offside;

5)    Aggancio della quinta posizione in classifica unitamente al River Urbinelli;

6)    Portati da 8 ad 11 i punti di distanza con le terzultime squadre posizionata al 14° posto in classifica con 14 punti. La Maior e lo stesso CSI Delfino Fano.  

7)    Il ritorno alla vittoria è una forte iniezione di fiducia a tutto l’ambiente dopo aver conseguito solo 2 punti su 15 nelle ultime cinque gare disputate.

Quello mezzo vuoto? Nonostante la vittoria, la non positiva prestazione della compagine biancoazzurra contro una giovane squadra, età media di coloro che sono scesi in campo 22,42, che sembra avere non poche difficoltà ad essere competitiva, non me ne vogliano gli amici del  CSI Delfino.

La rosa del Pontesasso è formata da 27 giocatori, in distinta oggi ne appaiono solo 17 ma la rosa che è scesa in campo poteva, sulla carta, essere molto competitiva.

Lo dimostra il fatto che per tutto il primo tempo i biancoazzurri mettono nella propria metà campo i ragazzi guidati da Mister Giacomoni.

Ma, nonostante ciò, gli uomini di Mister Vitali  sono stati inconcludenti, pensate che nel primo tempo, nonostante il grande possesso, ho annotato un solo tentativo verso la porta di Rosatelli: di Paolasini al minuto 5 dai venticinque metri, fuori di poco sul secondo palo.

I Locali confezionano due tentativi: al 3’ con Magnoni, Urbinati para a terra un tiro centrale, al 24’ con Jacopo Furlani, il migliore dei suoi, che dal versante destro si accentra e sgancia un potente sinistro a mezza altezza sul secondo palo e costringe Urbinati ad effettuare una “paratona”.

Quindi la difficoltà ad andare in rete, evidenziata in particolar modo nelle ultime tre gare dove i biancoazzurri hanno realizzato zero reti, la si riscontra anche oggi visto che nella seconda frazione gli ospiti vanno al tiro solo due volte, in occasione delle due reti mentre i locali vanno alla conclusione cinque volte inclusi il tiro del vantaggio al 49’ di Sterrantino ed il rigore sbagliato da Montesi al 63’.

Diversi giocatori biancoazzurri hanno giocato al di sotto delle proprie possibilità, altri hanno fatto il giusto compitino, chi si è messo in evidenza oggi è stato il capitano.

Simone Girolametti utilizzato a fianco di Pompei per 58 minuti come centrale difensivo e come centrocampista centrale per i restanti non ha fatto sbavature ma ha gettato sul sintetico del “Vallato” la giusta concentrazione e determinazione senza, a differenza di altre occasioni, quell’esuberante ed a volte fastidioso desiderio di voler strafare.

Se tutti coloro che sono scesi in campo avessero dato quanto il capitano, moltro probabilmente la partita si sarebbe chiusa prima di rischiare addirittura la sconfitta, vedi il rigore sbagliato dal CSI Delfino al 63’.

Descrizione di alcune azioni importanti:

49’ – I locali filtrano una deliziosa palla a favore di Magnoni sul secondo palo, a tu per tu con Urbinati piato destro con la sfera che si stampa sulla traversa e ritorna in campo dove il più lesto è Sterrantino che con un preciso destro batte Urbinati alla sua sinistra, sul secondo palo.

51’ – Simone Gianoboli nell’angolo alto dell’area di rigore cerca di gestire la sfera quasi con la porta avversaria alle spalle, un avversario lo colpisce netto quando tenta di girarsi, rigore sacrosanto, Martarelli al tiro, piatto destro nell’angolino basso alla sinistra di Rosatelli, settima rete stagionale.

63’ – In una fase dove vede il CSI Delfino tentare la rete avversaria Urani, nel tentativo di rinviare, sbuccia la sfera che gli va a toccare un braccio, rigore che Montesi, classe ’97, s’incarica di tirare, rasoterra oltre il palo alla destra di Urbinati.

90’ – Ultimi dieci minuti dove i biancoazzurri coralmente sembrano avere quella giusta determinazione fino ad allora non riscontrata, manovra un po’ confusa dove Bacchiocchi, a sostegno al limite dell’area avversaria decide di chiudere l’azione effettuando un cross morbido oltre il secondo palo dove un difensore fanese tenta l’intervento di testa senza riuscirci, “CiroMattia” Martarelli posizionato oltre riceve e prima di far toccare la sfera a terra la addomestica con l’esterno destro e con lo stesso destro, di piatto, la mette per i tre importantissimi punti.

La prossima contro i concittadini di Paola e Francesca, il Gradara distanziato di un solo punto, al “Granillo”, scontro diretto, altra gara da non sbagliare.

 

Roberto Santinelli

 

 
< Prec.   Pros. >