U.S. PONTESASSO - ATLETICO RIVER URBINELLI 2 - 2 (2 - 1)
Scritto da R. Santinelli   
domenica 03 novembre 2019
martarelli.jpg


Sabato 02 Novembre 2019 ore 14:30 – “Granillo” di Ponte Sasso di Fano

– 8a giornata - campionato regionale 2a categoria – girone B -




      Mattia  MARTARELLI


U.S. PONTESASSO A.S.D.

Urbinati, Mencarelli, Bacchiocchi (87’ Cristiano), Gianoboli A., Barbetti, Pompei (46’ Girolametti),  Paolasini, Carboni (63’ Nicolini A.), Gianoboli S., Martarelli, Sinacori (70’ Beretta).

A disp.: Rivelli, Pucci, Nicolini N., Mariotti, Gimignani.

All.: A. Vitali.

 

A.S.D. ATLETICO RIVER URBINELLI

Rossi, Scelsi (69’ Santi), Alessandrini, Casoli (65’ Toure), Antonelli, Serafini (73’ Prodan), Balducci, Duranti, Fraternali (63’ Basha), Leone, Scarpellini (60’ Amadei).

A disp.: Cocco, Papi, Rappa.

All.: I. La Volpicella.

Arbitro: Marco Micheli della sezione di Jesi.

Reti: 30’ Martarelli, 32’ Carboni, 39’ Scelsi (rig.), 83’ Amadei.

 

Ponte Sasso – Amarezza, delusione, rimpianto, questo è quello che hanno provato sicuramente a fine partita Mister Vitali, tutti i ragazzi in distinta ed il pubblico di fede biancoazzurra a fine gara.

Inevitabile che questo accada dopo essere andati al doppio vantaggio in due minuti e poi ritrovarsi recuperati al fischio finale del direttore di gara.

Gli ospiti lamentano alcune assenze ma anche il Pontesasso ha le sue deficienze: Pucci out per problemi fisici arrivati durante la settimana, Nicola Nicolini ancora non completamente a posto, Bombagioni fuori per lavoro e Pompei che ha potuto timbrare la sua presenza solo per 45 minuti, insomma un…d i s a s t r o…, la disponibilità di solo il 12,5% dei centrali difensivi.

A questo si deve aggiungere l’assenza di Baldini per l’intervento al naso subito recentemente.

Ma la rosa dei biancoazzurri è ampia e flessibile, alla emorragia dei centrali difensivi Mister Vitali ovvia con l’inserimento di Barbetti centrodestra, buona la sua prova, e dal 46’ con Girolametti in sostituzione di Pompei, Bacchiocchi retrocede nelle funzioni di esterno basso sinistro.    

Come sempre Paolasini e compagni partono bene, almeno dal punto di vista della gestione, anche se il loro “guidatore” lamenta spesso la troppa imprecisione da parte di tutti i suoi uomini, in ogni reparto.

Nonostante questo e nonostante qualche tentativo di entrambe le compagini alla mezz’ora arriva il terremoto, prima “CiroMarta” mette a segno il suo quarto sigillo, terzo in due gare e “panzer” Carboni addirittura la sua terza, sicuramente record assoluto per lui a questo punto della stagione.

Al 30’ esatto Marta, uno dei tre tenori (lui, Sina e Giano Grande) si fa consegnare la sfera da S. Gianoboli alla tre quarti, versante destro, taglia tutto il campo in diagonale verso sinistra, porta a spasso l’intera difesa avversaria e di sinistro rasoiata bassa e vincente sul secondo palo , sfera alle spalle di Rossi.

Solo dopo due giri della lancetta dei secondi arriva il raddoppio con Davide Carboni che la mette sugli sviluppi di un angolo battuto da Martarelli, confusione in area che Bacchiocchi ottimizza con palla rimessa in mezzo e Carboni che la spinge in rete risolvendo un “mischione”.

Al minuto 38’ però lo stesso Carboni non è lucido quando deve affrontare un avversario nell’angolo dell’area grande e commette un fallo da penalty che il difensore Scelsi trasforma.

Questo mezzo recupero da grande energia e convinzione agli avversari che nella seconda frazione di gioco portano il loro baricentro più avanti, impegnano maggiormente Urbi ed arrivano al pareggio al minuto 83 sugli sviluppi di un passaggio filtrate in area locale dove due biancoazzurri tentano una respinta in scivolata, sfera in uscita lenta e bassa, Amadei anticipa tutti e di sinistro perfeziona l’aggancio.

Da qui alla fine le due squadra si scoprono per agguantare la vittoria ma Urbinati da una parte e Rossi dall’altra sono stati impeccabili, soprattutto Rossi ha ingaggiato una sfida personale con Mattia Martarelli che è andato per tre volte consecutivamente alla pericolosa conclusione con il guardiano ospite sempre pronto a neutralizzare.

Ragazzi su con il morale il percorso fin qui realizzato è buono e migliorare si può sempre.

La prossima ancora al “Granillo” contro la Maior, ritorna un classico dopo diverso tempo.

 

R. Santinelli